Home La qualità e le buone regole I nostri prodotti Dove siamo e Contatti
LE NORME DI BUONA PRATICA AGRICOLA CHE OSSERVIAMO

Fertilizzazione

L'apporto di sostanze nutritive all’olivo viene fornito principalmente attraverso la biotriturazione con compostaggio dei residui di potatura ed il sovesciamento delle infestanti attuato mediante l'aratura e la vangatura del terreno, con limitato ricorso alla concimazione chimica solo ai casi di gravi carenze di minerali.

 

 

 

Gestione del suolo

Gli olivi, tutti di varietà Taggiasca, vengono coltivate in terreni interamente terrazzati (le tipiche «fasce») che consentono alle piante, molte secolari, un ideale apporto di luce e ventilazione. Viene adottata la lavorazione meccanica del terreno con aratura, vangatura meccanica e fresatura per evitare l'inerbimento spontaneo che sottrae sostanze nutritive alle piante; pertanto, non vengono mai utilizzati diserbanti chimici.

Irrigazione

La coltura non richiede nella maggior parte delle condizioni climatiche l'apporto irriguo per garantire qualità e quantità sufficienti. Le limitate quantità di acqua che eventualmente vengono distribuite servono ad evitare danni alle piante e pregiudizio alle proprietà dell’olio da prolungato stress idrico.

Raccolta

Il frutto viene raccolto nel periodo compreso fra l'inizio dell'invaiatura (stadio nel quale l’oliva inizia ad acquisire il tipico colore nero) e la fine gennaio; in tale fase è migliore il compromesso fra il contenuto di polifenoli e l’acidità così da ottenere l’olio con le migliori caratteristiche organolettiche. L'obiettivo della maggiore qualità possibile viene perseguito attraverso la raccolta diretta sulla pianta (tralasciando del tutto i frutti caduti) utilizzando abbacchiatori pneumatici che, scuotendo la chioma, provocano il distaccamento e la caduta dei frutti (limitando il numero degli impatti diretti su di essi), nonché conferendoli immediatamente al frantoio in modo tale che la successiva molitura avvenga in tempi ravvicinati e comunque entro due giorni dalla raccolta.

 

 

 

Frangitura

Le nostre olive vengono lavorate unicamente presso la Cooperativa Frantoio Sociale di Ranzo, di cui siamo soci dalla sua fondazione, all’interno del quale ha luogo l’estrazione del prodotto con un procedimento di tipo semi-continuo: esso consente una macinazione a bassa temperatura ottenuta con le molazze in pietra, che hanno il vantaggio di non alterare l’olio scaldando la pasta, e la separazione all’interno di decanter, che ha il pregio di limitarne l’ossidazione.

 

 

 

Conservazione

L’olio viene mantenuto all’interno di contenitori in acciaio inox eliminando periodicamente i depositi con travasi, al riparo dalla luce, sotto vuoto e a temperatura compresa fra i 12 e i 20 gradi centigradi al fine di preservarne le caratteristiche possedute all’atto della sua estrazione.

Azienda Agricola Mariagrazia Maglio
Via Umberto I, 71 - 18020 Ranzo (IM)
Tel. 0183.318502 - Cell. 328 7094608
info@mariagraziamaglio.it - p.iva 01124790088
designed by Centro Stampa Offset - Privacy Policy